lunedì 4 novembre 2013

STAZIONE TAV REGGIO EMILIA: IL COMUNE INADEMPIENTE, ED IL CITTADINO COME AL SOLITO PAGA!!



In merito al parcheggio nella nuova stazione TAV il Comune di Reggio è moroso, in ritardo nella realizzazione, e di questo ritardo non è giusto che a farne le spese siano (come al solito) i cittadini.

La stazione Mediopadana rappresenta un evidente "paradosso italiano", ovvero un'imponente opera pubblica che rimane fine a se stessa e che è difficilmente utilizzabile.

Sono necessari spazi sufficienti per la sosta e questi, unitamente ai collegamenti viari e ferroviari, rappresentano le uniche opere che dovevano essere realizzate dall'amministrazione comunale.
In 9 anni il PD e l'ex sindaco Delrio non sono riusciti a fare nemmeno i parcheggi, ed oggi vessano i cittadini con multe ingiuste.

Spazi adeguati per la sosta a breve e lungo periodo sono necessari per una stazione ferroviaria, e rappresentano un servizio necessario che il Comune deve fornire.

Rappresenta un vero e proprio scandalo il fatto che il Comune, da una parte non consenta il rispetto del Codice della Strada non facendo spazi adeguati, e dall'altro mandi il "braccio armato dell'istituzione", la Polizia Municipale, al fine di sanzionare le trasgressioni rilevate.

L'assessore Corradini, titolare della delega alla Polizia Municipale, dovrebbe farsi carico della responsabilità politica di inviare in forze la Polizia Municipale per sanzionare i divieti di sosta al parcheggio TAV.

Così come l'intero PD dovrebbe chiedere scusa della propria inconcludenza ai reggiani, per non essere stato in grado di fare nemmeno un parcheggio.

Invece che impegnare forze ed energie nella progettazione e realizzazione di un parcheggio non voluto dai cittadini in piazza della Vittoria, sarebbe stato opportuno che il Comune ed i suoi tecnici avessero impiegato il tempo per la realizzazione del parcheggio alla stazione TAV.