martedì 18 marzo 2014

PALASPORT: I “PAROLAI” DEL PD CON LE LORO CHIACCHIERE FANNO PERDERE CHANCES ALLA CITTA’ DI REGGIO


I parolai del PD, con la loro inconcludenza, fanno perdere prestigio e opportunità alla Città di Reggio.

Durante la campagna elettorale di 5 anni fa il nuovo palasport era, secondo le loro parole, cosa fatta.
I fatti sono elementi ostinati e nella loro inclemenza hanno dato ragione alle opposizioni che, a ragion veduta, etichettavano come “venditori di fumo” gli esponenti del PD.

In più di un’occasione Luca Vecchi, uomo molto introdotto nel mondo cooperativo, dava per scontata la realizzazione del nuovo palasport da parte delle cooperative, che avrebbero dovuto costruirlo gratuitamente in cambio di un nuovo centro commerciale nell’aera nord.
Progetti che il difficile mondo dell’edilizia reggiana, malgestita e malgovernata da questo inconcludente PD, non ha avuto la forza nemmeno di iniziare.

Il ripiego del restiling del Palazzetto di via Guasco è un tragico ripiego per una società che, per propri meriti sudati sul campo, ha saputo portare il nome di Reggio nella massima serie del basket in Italia ed in Europa.

Per colpa loro la Pallacanestro Reggiana, che con i suoi meriti sportivi ha dato lustro alla Città, è costretta a valutare come sede Bologna perché il pala Bigi è una sede inadeguata.

Con la perdita di questo importante evento la Città perde un’eccezionale vetrina europea, che porterebbe un notevole beneficio economico alla nostra comunità.


Le chiacchiere del PD hanno creato un notevole danno e una perdita di prestigio, e di questo dovranno rispondere politicamente alla Città.