sabato 15 marzo 2014

POC invito Provincia inquietante, sospendere trattazione e convocare Masini in Commissione.


La delibera di Giunta Provinciale dello scorso 4 marzo di esame del POC che invita “l’Amministrazione comunale ad adottare procedure analoghe alle informative antimafia nei confronti dei soggetti economici e imprenditoriali interessati da provvedimenti posti in essere conseguentemente alla deliberazione” dello stesso POC, non ha precedenti e per questo appare politicamente inquietante.

Non si è mai visto una Istituzione richiamarne un’altra al controllo in materia di lotta alle infiltrazioni della criminalità organizzata, pare che la Provincia di Reggio Emilia non si fidi dell’operato del Comune capoluogo, esprimendo così un espresso invito ad alzare la guardia su certi fenomeni.

Politicamente è molto rilevante, non solo perché a quanto pare mette in discussione l’operato del nostro Comune in tema di controlli per evitare infiltrazioni mafiose nel nostro territorio, ma perché evidentemente sottende qualcosa di non esplicito, in quanto riferito ad un POC che brilla per la povertà  di contenuti e proposte.

Un monito, quello della Provincia, che merita tutta l’attenzione e l’ascolto da parte del Comune di Reggio Emilia, considerato anche l’esponenziale aumento di episodi caratteristici della presenza di criminalità organizzata nel nostro territorio.


Alla luce di tale fatto è opportuno che lunedì il punto sull’approvazione del POC venga rinviato affinché la Presidente della Provincia chiarisca in Commissione la portata dell’invito deliberato dall’Ente da ella presieduto.