martedì 8 aprile 2014

ESODATI: IL CONSIGLIO COMUNALE DA IL VIA LIBERA ALLA POSSIBILITA’ DI FARE LAVORI PER LA COMUNITA’


Il consiglio comunale di ieri ha segnato una data importante per gli esodati di Reggio Emilia.

Uno “Stato disgraziato” ha, con la legge Fornero, fatto mancare la parola data a persone che dall’oggi al domani si sono trovati a dover fare i conti con la mancanza di lavoro e la mancanza dei promessi contributi sociali.

Siamo vicini agli esodati da anni, e da anni cerchiamo di far passare proposte che possano migliorare questa loro situazione.

Grazie alla battaglia che abbiamo portato avanti insieme a loro, ed in attuazione di una nostra
proposta, il Consiglio Comunale ha unanimemente dato la possibilità, per le persone che attualmente sono in una situazione di reddito 0, di poter svolgere lavori per conto del Comune e, in cambio, ottenere un piccolo sostegno economico.

La nostra proposta ha un  duplice vantaggio: il primo che si da la possibiltà a chi ha perso il posto di lavoro di poter lavorare e di avere un piccolo contributo economico, ed il secondo è quello di ottenere risparmi dal punto di vista del bilancio comunale.

La guerra economica in corso da qualche anno sta lasciando il segno nelle classi socialmente più deboli. Occorre un nuovo modo di approcciare al tema delle tutele e degli aiuti alle persone in difficoltà.

Un importante risultato ed un grande successo, considerata soprattutto la mancanza di competenza del Comune sulla materia del lavoro. Un progetto innovativo che auspico venga seguito anche da altri Comuni, con l’obiettivo di dare tutele alle persone che vivono oggi un momento difficile della propria vita, oltre chiaramente a consentire un alleggerimento della spesa comunale.

Dopo tante battaglie, per la prima volta chi riceve un aiuto economico dal Comune “in cambio” presterà qualche lavoretto per conto dell’ente. Una rivoluzione copernicana nel sistema del welfare nel Comune di Reggio Emilia.


Domani accompagnerò una delegazione di esodati italiani (tra cui alcuni esponenti di Reggio Emilia) a Bruxelles all’incontro con l’on. Claudio Morganti (parlamentare europeo di Io Cambio), al fine di accendere un faro di interesse da parte dell’Europa sul tema spinoso della riforma Fornero  e degli esodati.