venerdì 17 gennaio 2014

“POCCIO” MEDIOPADANO: CHI HA SBAGLIATO PAGHI


L’errore grossolano che ha colpito la nuova stazione Mediopadana grida oggettivamente vendetta al cospetto di Dio.

Siamo di fronte ad un errore grossolano, facilmente evitabile, che poteva e doveva essere evitato.
Mi aspetto quindi che i responsabili paghino per i loro errori e, qualora questi siano dipendenti della Pubblica Amministrazione, vengano destinati ad altri incarichi, casomai a loro più confacenti.

Particolarmente grave che ad avere problemi di apertura siano le porte a servizio delle persone disabili.
Un fatto odioso che però riaccende l’attenzione su un tema da noi presentato in passato.

Ad inizio consigliatura, infatti, fui il primo firmatario di un ordine del giorno al bilancio che fu approvato dal Consiglio Comunale, con il quale si impegnava la Giunta a procedere alla realizzazione di un piano per individuare e successivamente eliminare le cd. barriere architettoniche.

Come può dirsi Città delle persone una Città nella quale chi è affetto da disabilità non può agevolmente spostarsi?? Oppure dove ci sono spazi pubblici off limit per loro??

Si tratta di una battaglia di civiltà, che ci consenta veramente di non lasciare “in dietro” nessuno, soprattutto le persone diversamente abili.

Alla luce dei recenti ed incresciosi fatti, chiederò conto alla Giunta di quanto effettivamente fatto in osservanza di questo importante indirizzo politico dato dal Consiglio Comunale.