giovedì 9 gennaio 2014

REGGIO EMILIA: UN COMUNE CHIUSO PER “PRIMARIE”

Reggio Emilia è diventato ormai un Comune “chiuso per primarie”.

La Presidente del Consiglio, dopo la capigruppo, ha deciso di non convocare il Consiglio Comunale in quanto dalla Giunta non ci sono richieste di delibera.

Dal politichese all’italiano, vuol dire che sono ormai mesi che questa Giunta non sta facendo assolutamente nulla, se non gestire alla meno peggio l’ordinaria amministrazione.

Soprattutto da quando Delrio ha abbandonato il ruolo di Sindaco per far fortuna a Roma, la Giunta non produce più nulla di concreto, nonostante il fatto che lo stipendio continuiamo regolarmente a corrisponderglielo.

Ci sono due grossi argomenti che il Consiglio Comunale di Reggio dovrebbe affrontare con urgenza: il primo è la questione relativa alla tassazione del bene casa, mentre la seconda è portare in aula il Regolamento di Polizia Locale.

Ma a questa politica irresponsabile, chiusa nel palazzo d’inverno, che pensa al giochino delle primarie prima ancora della guida della Città, nulla importa.


Questo il triste spettacolo che stiamo vivendo a Reggio Emilia, che dimostra l’inadeguatezza di questo PD autoreferenziale e interessato solo alle proprie lotte di potere interno.