sabato 5 ottobre 2013

RIFACIMENTO PIAZZA XXIV MAGGIO: I RESPONSABILI DEL RIFACIMENTO DOVREBBERO RISARCIRE IL DANNO ALLA CITTA’



 Il rifacimento di piazza XXIV maggio rappresenta un vero spreco di risorse pubbliche da parte di questa Amministrazione incapace.

Teoricamente l’intervento odierno di rifacimento è a costo zero per il Comune di Reggio, ma è altrettanto vero che chi ha progettato, autorizzato e realizzato la piazza solo quattro anni fa, ha evidentemente lavorato male ed è giusto che risarcisca all’Ente pubblico il danno compiuto.

Era tanto difficile immaginare che la pavimentazione in legno, bellissima soluzione architettonica che richiama la memoria del mercato della legna, con le piogge ed il clima umido si sarebbero trasformate in una trappola per i pedoni?
Credo che un progettista con un minimo di buon senso, qual è il sempre più presente Arch. Oliva, lo avrebbe potuto facilmente prevedere, purtroppo così non è stato.

E’ ora di finirla di far pagare sempre e soltanto “pantalone”, ovvero i contribuenti, è ora che chi progetta ed esegue le opere pubbliche lo faccia come nel privato, ovvero prendendosi la responsabilità di ciò che progetta.

Bisogna ringraziare la ditta Mesoraca che si è offerta come sponsor e che, occupandosi di molte manutenzioni comunali (es la fontana del Municipale), ben conosce i tanti pasticci realizzati dal Comune ed avrebbe potuto vedere impiegare la propria donazione in opere di miglioria e non di ennesimo recupero di un pasticcio progettuale.

Un’ultimo aspetto in tal senso.
Il 26 agosto scorso il Dirigente ai Progetti Speciali inviava una diffida ad Iren affinché eseguisse “ogni opera necessaria” ad ottenere l’adeguata funzionalità ed il decoro della pavimentazione della piazza, tutto questo in rispetto dell’accordo che portò alla riqualificazione della stessa: perché allora non ha pagato Iren, ma ci si è affidati ad una sponsorizzazione?

Lo chiederemo in una specifica interrogazione che rivolgeremo alla Giunta.