mercoledì 30 ottobre 2013

VIA SETTEMBRINI: FERRARI SMENTITO SU TUTTA LA LINEA, STOP AL "PILOMATTO"


Sulla scelta di chiudere via Settembrini e sulla collocazione del pericoloso “pilomatto”, il Vicesindaco Ferrari aveva manifestato la propria sofferenza nell’anteporre gli interessi di alcune attività economiche a quelle dei cittadini residenti nella zona più a sud di via Settembrini.

Ora che oltre ai residenti anche i titolari di quelle attività economiche che egli voleva tutelare stanno lamentando i danni di quella scelta Ferrari è smentito su tutta la linea.

Il problema di via Settembrini era l’insicurezza derivante dalle alte velocità di percorrenza e dall’assenza della pista ciclopedonale.
Solo in considerazione della presunta assenza di risorse per completare la ciclopedonale hanno prima messo i dossi, poi sperimentato i sensi unici ed infine chiuso la strada.

Il Consiglio comunale aveva chiesto all’unanimità di programmare nel piano delle opere pubbliche il completamento della ciclopedonale: la Giunta non lo ha fatto sostenendo che la priorità era su via Guittone d’Arezzo.
Peccato che in quella via la ciclopedonale è previsto venga realizzata con un intervento privato in attuazione del POC: Ferrari è sempre così distratto?

Se invece il PD intende chiudere tutte le strade dove è c’è un traffico di attraversamento improprio, allora a breve potrebbe toccare a Canali dove la nuova tangenziale non ha assorbito il traffico di via Tassoni.

Ed il punto vero è questo: l’incapacità progettuale del PD.
Perché la tangenziale di Canali non funziona?
Perché il PD ha preferito completare la galleria bocco-canala alla variante tra Rivalta e Puianello.
Perché la promessa tangenziale di Fogliano non si è realizzata?
Non perché sarebbero venute meno le risorse, ma semplicemente perché non esiste un progetto ma solo alcune decine (!) di ipotesi di tracciato.

D’altronde è stato proprio Ferrari a dichiarare che le priorità infrastrutturali della provincia reggiana sono ormai concentrate in città: la verità conclamata dallo stesso Vicesindaco è che in dieci anni il PD a Reggio non ha combinato nulla se non creare disagi e mettere i cittadini in disaccordo tra loro.